Smart food: quarto incontro di TDS

Il cibo è il petrolio del futuro, questo e tanto altro è stato detto domenica 18 gennaio all’incontro di TDS dal Prof. Stefano Boccaletti, professore associato di Economia agro-alimentare dell’Università Cattolica di Piacenza e il Dott. Andrea Azzoni, dirigente del settore agricoltura e ambiente della Provincia di Cremona.

Per intuire il bisogno di cibo che c’è nel mondo è sufficiente pensare al fenomeno del land grabbing cioè alla corsa ai terreni da coltivare al di fuori del proprio paese d’origine (tale fenomeno è diffuso soprattutto in Africa e in Cina). Perché esiste questo fenomeno? Viviamo in un mondo in cui il problema principale è la cattiva distribuzione delle risorse, e in particolare di quelle alimentari.

In questa situazione di difficoltà la tecnologia quanto può essere utile? Creare Organismi geneticamente modificati (OGM) permetterebbe di sfamare più persone?

Ad oggi non c’è nessuna prova scientifica che dimostri la negatività degli OGM, e i potenziali benefici sono: la resistenza ai pesticidi, agli erbicidi, al freddo e alla siccità e anche un possibile miglioramento delle proprietà nutritive. Famoso è il prodotto Golden Rise, riso con vitamina A di cui di solito il riso è privo e la cui mancanza provoca alcune malattie come la pellagra diffusa soprattutto in quei paesi nei quali il consumo di riso è praticamente quotidiano.

Questo non significa che non ci siano rischi; infatti potrebbero esserci problemi ambientali, conseguenze negative sulla salute delle persone e anche un trasferimento di geni tra una specie e l’altra. Per questo motivo alcune aziende hanno scelto di non inserire nei loro prodotti degli OGM con campagne pubblicitarie appositamente pensate, soprattutto in Europa. Mentre in America l’uso di prodotti al cui interno posso essere presenti alcuni alimenti OGM è diffuso e non è necessariamente da segnalare sulle etichette dei prodotti stessi.

Sicuramente avremo delle scelte molto difficili da prendere e anche il nostro territorio non è escluso da queste problematiche.