Costruire comunità, liberare energie: la declinazione del principio sussidiarietà attraverso laboratori civici

Domenica 19 marzo si è svolto l’ultimo incontro di Traiettorie di Sguardi per l’anno 2016/2017. Si è voluto concludere il percorso invitando Elena Taverna che ha presentato alla platea di giovani il progetto Labsus. L’amministrazione condivisa dei beni comuni. Questo progetto nasce nel 2005 grazie al professor Giorgio Arena e ad altri suoi colleghi accomunati da studi giuristi ma non solo.

A partire dall’art. 118 della Costituzione, dedicato al principio di sussidiarietà, hanno creato uno strumento che potesse aiutare i cittadini nella declinazione di questo principio. Con l’istituzione del principio di sussidiarietà si pone fine all’intervento dello Stato nella tutela dei beni comuni, producendo una sorta di rivoluzione che mette cittadini e amministrazione sullo stesso piano: i cittadini, che prima erano visti come soggetti passivi di fronte all’amministrazione, diventano un soggetto costituente, libero di proporre e progettare interventi a favore di beni comuni e generali.

Tuttavia non sempre le iniziative “dal basso” sono state autorizzate e sostenute dalle amministrazioni. Per questo il progetto Labsus ha creato un Regolamento per l’amministrazione condivisa che ha come obiettivo quello di portare alla creazione di Patti di collaborazione tra cittadini e amministrazioni per la cura o il recupero di spazi pubblici come aree verdi, stabili abbandonati, scuole, stazioni ecc.

Anche a Cremona dal 2016 è in corso il processo di adozione del Regolamento con il sostegno di Labsus e dei suoi collaboratori. Si è svolto il primo incontro aperto alla cittadinanza pochi giorni fa, il 13 di marzo presso il CISVOL e a breve sarà comunicata la prossima data.

Ad oggi sono davvero tante le realtà italiane che hanno adottato il Regolamento e che hanno dato vita a “patti di collaborazione” coinvolgendo cittadini di ogni età ed estrazione sociale. Davvero tutti siamo chiamati a contribuire alla cura della città, del paese, delle sue piazze, giardini, strade e scuole.